Indice articoli

 

 

 

.

 dscn0127ww.jpg - 192.12 kb

 

La  Pala di San Eurosia,la santa invocata contro i fulmini, dipinta dal Razzetti nel 1850, é una libera interpretazione della Madonna di Foligno di Raffaello, forse presa a modello iconografico, con la consapevolezza che rappresenta un ex-voto di Sigismondo de' Conti per lo scampato pericolo del fulmine evidenziato nel paesaggio. 

 

389px-MadonnaDiFolignow.jpg - 199.73 kb

 

 Il quadro é una maestosa pala d'altare eseguita a Roma da Raffaello nel 1512, come primo lavoro pubblico, per la chiesa di Santa Maria Aracoeli. E' stata commissionata da Sigismondo de' Conti, segretario del Papa Giulio II, che la ordinò, forse, per grazia ricevuta alla scampata caduta di un meteorite, raffigurata come una palla di fuoco, nel meraviglioso paesaggio di sfondo lumeggiato in bianco. IL cuore del dipinto é il rosso delle vesti del committente, del Battista e della Vergine, " é il rosso dell'amore divino" che traspare.  Domina anche il celeste della corona angelica che contribuisce ad avvicinare lo spettatore al cielo .Con i cherubini in alto,  con la terra in basso, il nostro mondo, Raffaello ci vuole insegnare che l'invisibile é una ulteriore conformazione del visibile.